Dolci di Natale in giro per il mondo: quali sono i migliori da gustare

Natale, la lista dei dolci più gustosi da mangiare durante le festività. Non solo bontà italiane, ma leccornie da tutto il mondo.

Manca poco più di un mese a Natale, festa amata sia dai grandi grandi che dai più piccoli per diverse ragioni. Una delle parole chiave di questa ricorrenza è: condivisione. È impagabile, infatti, il piacere di ritrovarsi tutti insieme alla stessa tavola trascorrendo qualche ora in compagnia.

La lista dei dolci tipici di Natale
Panettone classico (ilecce.it)

Quando si parla di Natale, ci si riferisce inevitabilmente anche alla cucina. Sono davvero molteplici i dolci della tradizione non solo italiani che abbondano sulle nostre tavole. Di seguito una lista di quelli più gustosi e da poter preparare anche a casa.

Natale, il potere della condivisione passa anche attraverso i dolci

In Italia il dolce tipico della tradizione di Natale non può non essere il panettone: nasce in Lombardia intorno al 1549. Rispetto alla sua preparazione e alla sua nascita ci sono molte leggende, ma la più rinomata è quella appartenente alla corte di Ludovico Moro.

Panettone, dolce tipico italiano
Preparazione del panettone (ilecce.it)

Secondo la leggenda, infatti, durante la vigilia di Natale del 1495 nella cucina regnava confusione, tant’è vero che il cuoco fu costretto a chiedere al piccolo Toni (di appena 12 anni) di controllare la cottura delle ciambelle. Il bambino, però, dalla troppa stanchezza si addormentò facendo bruciare il dolce nel forno. Fu proprio in quella circostanza che, per cercare di porre rimedio alla situazione situazione, con degli avanzi dell’impasto aggiunse burro, canditi e uvetta e preparò un nuovo dolce.

Altro dolce che rappresenta pienamente il Natale è il Bûche de Noël: si tratta di un tronchetto francese, inventato nel 1945. È un rotolo di pasta al biscotto il cui interno vede una confettura di lamponi e una decorazione con la ganache di cioccolato fondente. La forma così particolare nasce da una vecchia tradizione che vede il capo famiglia bruciare il ceppo di legna più resistente in modo tale che possa durare fino all’Epifania.

Facendo un salto in Inghilterra non può che essere menzionato il Christmas pudding: la prima attestazione risale al medioevo, ma fu solo nel 1650 che viene realizzato così come lo ricordiamo in questi anni. All’interno sono presenti 13 ingredienti e tra questi ci sono le uova, le mandorle, la frutta candita, il rum e le spezie. Il 13 non è un numero casuale, ma rappresenta Gesù e i suoi discepoli.

Ultimi ma non per importanza, i biscotti di pan di zenzero a forma di omini: non solo appartengono alla tradizione statunitense, ma sono ormai rinomati in tutto il mondo. Si tratta di una semplice preparazione di pasta frolla che vede l’aroma allo zenzero.

Impostazioni privacy