Un dolce della tradizione leccese: il pasticciotto

La torta pasticciotto è un dolce tipico della città di Lecce e del Salento. Si tratta di una versione più grande dei comuni pasticciotti, tipici dolci salentini, nati attorno al 1745 per mano di un pasticcere leccese. La leggenda vuole che il cuoco abbia adoperato ingredienti in eccedenza: racchiudendo la crema pasticcera in un guscio di pasta frolla diede vita a dei piccoli pasticci ripieni. Per realizzare la torta pasticciotto assicuratevi di non tirare troppo la frolla, una delle caratteristiche del pasticciotto infatti è la presenza di una buona quantità di pasta frolla che fa da contrappunto croccante al cuore di crema. In questa versione abbiamo aromatizzato la crema con una bacca di vaniglia, potete scegliere di aggiungere zest di limone non trattato. Molte ricette del pasticciotto includono nella farcia amarene sciroppate. Scegliete di unirle alla crema per ottenere una variegatura altrimenti realizzate uno strato uniforme adagiandole sulla farcia prima di ricoprirla con altra frolla. La ricetta originale prevede l’uso dello strutto per realizzare la frolla ma nel caso si voglia un gusto più delicato questo ingrediente può essere sostituito con il burro. Questa torta va servita fredda e conservata per non più di un paio di giorni in frigorifero.

Come prepararlo

  1. Preparate la crema pasticcera: montate con le fruste tre tuorli con 100 g di zucchero fino a ottenere una crema densa e chiara. Unite l’amido e mescolate ancora.
  2. Portate a bollore il latte con la bacca di vaniglia incisa per la lunghezza, versate a filo sul composto di uova. Riportate la crema sul fuoco e, senza smettere di mescolare, cuocete fino a quando non si addensa. Versate la crema in una pirofila, coprite con un foglio di pellicola a contatto e fate raffreddare.
  3. Preparate la pasta frolla: in una ciotola capiente versatela farina e unite lo zucchero restante e il bicarbonato. Mescolate, unite 200 g di burro a pezzetti. Lavorate con le dita fino a ottenere un composto sabbioso, poi unite tre uova e impastate con le mani.
  4. Formate un panetto e mettete a rassodare in frigo per almeno un’ora.
  5. Passato il tempo prelevate due terzi della pasta e stendeteli in una sfoglia alta 1 cm. Rivestite uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro ben imburrato e riempite per ¾ con la crema.
  6. Stendete la restante frolla e coprite completamente la superficie del dolce. Fate delle leggere incisioni, spennellate con poco latte e infornate per 10 minuti a 170°C. Portate il forno a 180°C e continuate la cottura per altri 30 minuti. Sfornate e fate raffreddare completamente la torta prima di sformarla e servirla. (da agrodolce.it)