Scopri la Basilica di Santa Croce a Lecce con iLecce.it

La Basilica di Santa Croce, l’espressione più alta del barocco leccese ma anche monumento di mistero

Non c’è ora del giorno in cui su Largo dei Celestini, dove sorge la celebre Basilica, espressione più alta del barocco leccese, decine e decine di turisti non si soffermino a lungo, con lo sguardo fisso in alto a scrutare, a indicare, a fotografare quello che è stato definito “la fantasia ornamentale che diventa delirio”.

In effetti Santa Croce è un colpo di fulmine sempre, e per tutti, non solo per chi la vede per la prima volta, sia che la si scopra provenendo a piedi da piazzetta Castromediano, come una specie di creatura maestosa con in centro il suo rosone come un grande occhio che guarda la città, sia camminando per via Templari dove sorgono alcune delle numerose botteghe della cartapesta. Santa Croce lascia senza fiato e un po’ ti fa perdere nel suo mondo, come una mappa geografica magica e misteriosa.

Ad accogliere lo sguardo di chi arriva una esplosione di motivi e di figure, festanti, armoniose e astratti inquietanti, scrisse Guido Piovene – gronda di ornati, e molti descrittori non si stancano di scoprirvi particolari, le aquile, i draghi, le scimmie, i santi, i turchi, le colonne tortili, le balaustre a trafori, i riccioli, i fiori, la frutta, i nastri svolazzanti -.

La luce sulla pietra leccese crea giochi molto suggestivi in tutto il centro storico regalando una sensazione di sofficità e pervasività, e sulla facciata di Santa Croce ad ogni ora del giorno la pietra e i suoi infiniti sbuffi, forme, figure, cambiano sfumatura, dimensione, espressione, l’incontro di luce e pietra rende come vivo e pulsante questo meraviglioso monumento.

2

Qualche particolare della Basilica di Santa Croce:

Costruita tra il 1549 e il 1646 grazie ai più celebri architetti locali, da Riccardi, a Zimbalo, a Penna e il meglio delle maestranze di intagliatori e scalpellini della pietra leccese tra il XVI e il XVII secolo, è oltre a luogo di pellegrinaggio turistico internazionale anche luogo di culto molto sentito dai leccesi. Il suo interno è a croce latina e a tre navate, divise da sedici alte colonne e un soffitto ligneo a cassettoni dorati copre tutta intera la navate centrale. Santa Croce custodisce altari e opere pittoriche tra le più prestigiose del territorio.

5

Ogni giorno piacevoli tour guidati in città ti accompagnano alla scoperta dei maggiori monumenti. Entra a visitare la Basilica e scopri i dettagli e il fascino della sua storia, per prenotare la visita: 0832. 246517 / 0832.242099

ilecce.it è un progetto di Cooperativa Theutra e Oasimed, comunicazione imovepuglia.tv

Per prenotare le visite guidate a Lecce e nel Salento www.turismo.ilecce.it 

Prenotazione sale e contatti Castello Carlo V www.turismo.ilecce.it/prenotazione-sale-e-contatti

Scopri anche la gallery e il racconto del tour su #ilecceBLOG

www.ilecce.it/tour-guidati-dautunno-scoprire-lecce-la-guida-gabriella