Comunnunity library, a Lecce un ciclo di incontri

Comunnunity library, a Lecce un ciclo di incontri

 

 

L’Amministrazione Comunale di Lecce, intende candidarsi con una propria proposta progettuale all’Avviso Pubblico della Regione Puglia “COMMUNITY LIBRARY – POR PUGLIA 2014-2020 – Asse VI – AZIONE 6.7 Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale” (scadenza: 10 novembre 2017), con l’intento di istituire una biblioteca di pubblica lettura.

“Tale intervento si inserisce in una strategia di medio-lungo termine che prevede l’istituzione di diversi presidi bibliotecari presso vari punti della città – dichiara l’assessore alla Cultura Antonella Agnoli – partendo da un primo nucleo localizzato presso il corpo satellite nel complesso dell’ex Convento degli Agostiniani, di recente recupero. A tale scopo l’Amministrazione Comunale intende organizzare 3 momenti di animazione e partecipazione rivolti all’intera comunità cittadina al fine di sviluppare insieme l’idea progettuale, recepire bisogni e necessità, idee, opinioni e proposte”.

Il primo appuntamento è fissato per martedì 17 ottobre alle ore 17.30 presso le Officine Cantelmo. L’incontro servirà a conoscere i contorni del bando, a introdurre da parte dell’assessore il concetto di biblioteca di pubblica lettura, a visionare materiali e contributi utili a immaginare un luogo in grado di svolgere una funzione sociale nel contesto urbano; il secondo, domenica 22 ottobre alle ore 15.30, prevede una passeggiata presso l’Ex Convento degli Agostiniani. In questa occasione sarà possibile per tutti prendere piena coscienza del luogo, osservarne gli interni e gli esterni, immaginare un utilizzo degli spazi coerente con la funzione di biblioteca di pubblica lettura che si intende assegnargli; il terzo si terrà martedì 24 ottobre a partire dalle ore 17.30 presso le Officine Cantelmo. Un world cafè nel quale ciascuno, dopo aver fatto proprio il concetto di biblioteca di pubblica lettura e preso coscienza dei luoghi e degli spazi, avrà la possibilità di produrre proposte, osservazioni, manifestare esigenze e bisogni in linea con il progetto, per arricchirlo;

Al di là dell’esito della partecipazione al bando regionale, il percorso partecipato servirà ad avviare il lavoro che porterà alla realizzazione della biblioteca di pubblica lettura a Lecce.